Image

PADANA ENERGIANessun rifiuto, solo Risorse

Padana Energia nasce nel 2017 dalla volontà dei soci fondatori e proprietari di gestire i rifiuti in modo circolare per trasformarli in risorse, mettendo a frutto l’esperienza trentennale acquisita presso le più importanti aziende del settore rifiuti.

Potendo contare su una superficie di 5.000 mq coperti e su un ambito d’azione che coinvolge tutta la penisola (in particolare le regioni del nord Italia), l’azienda inizia la sua attività, rivelandosi, da subito, un punto di riferimento per le aziende del comparto agroalimentare e non solo. Infatti, ad oggi, Padana Energia può vantare collaborazioni con le più note realtà industriali.

Mission

La mission dell’azienda scaturisce dall’idea che almeno un terzo del cibo prodotto ogni anno su scala mondiale viene sprecato e perduto. A questo, si aggiungono i danni legati allo sfruttamento invano dei terreni agricoli, all’utilizzo di acqua per la produzione e una quantità consistente di inquinamento provocato.
Per questo motivo, è sempre più necessario offrire soluzioni rivolte al raggiungimento di un’economia circolare, in cui possano convivere una corretta gestione delle risorse e dei cicli produttivi e il rispetto per l’ambiente e per il territorio.
Image
Image

Filiera agroalimentare

Padana Energia porta sul mercato un’attività specifica ed innovativa che consente il recupero di rifiuti provenienti dalla filiera agroalimentare, intesi come scarti alimentari ad uso umano o destinati al pet-food, prodotti scaduti o prossimi alla scadenza, resi, invenduti, difettosi o danneggiati, partite di prodotti che, per qualsiasi motivo, anche legato a strategie commerciali, vengono eliminate dalla distribuzione.
Il ciclo di recupero restituisce scarti di imballaggi e matrice organica, entrambi recuperabili. Infatti, la tecnologia applicata consente di convertire tutti i prodotti agroalimentari in matrice organica da inviare alla produzione di biogas e recuperare anche la quasi totalità del packaging trattato, oltre il 95%. La frazione rimanente pari a circa il 5% viene recuperata come CDR in impianti dedicati. Questo speciale processo di trattamento permette all’azienda di fornire soluzioni a tutte le realtà produttive del settore, perché è adatto ad ogni tipologia di rifiuto alimentare.

Padana Energia svolge la sua attività grazie a sistemi di lavorazione specifici, che non implicano l’impiego di prodotti chimici o emissioni di sostanze inquinanti.